Workshops 2021

Anche quest’anno i workshops si espandono anche ad altri strumenti e non solo. Infatti gli artisti che suoneranno al festival si sono resi disponibili per insegnare i relativi strumenti e/o relative forme d’arte.  Buone vibrazioni a tutti 🙂

COSTI: tutti i workshop avranno un costo di 50€ per la durata di 3hrs.

WORKSHOPS DI DIDGERIDOO

Di seguito trovate l’elenco dei Workshops di Didgeridoo che gli artisti terranno durante le giornate del Festival. 

 

 

Yidaki - tecniche tradizionali tenuto da Martin O’Loughlin

Canzoni e Ritmica 

– Introduzione/Ripasso dei suoni e techniche tradizionale di base

– ritmica di bilma e intreccio con ritmo di yidaki

– struttura di canzoni tradizionali

– Studio dettagliato della struttura e ritmica di tre o quattro canzoni tradizionali

Domenica 11 Luglio dalle 10 alle 13 del mattino

Didgeridoo avanzato e intermedi tenuto da Zalem - wobble - beat box

The idea of the Wobble playing is to position the breathing at the center of the creation, and this will bring us multiple benefits:

– First, we will never run out of air, so we’ll be in full possession of our physical and mental resources anytime.
– By using the different parts of our mouth (tongue, cheeks, and jaw), we will be able to precisely sculpt, adjust and personalize our Wobble sound.
– Thanks to these ingredients, we will be able to easily create combos, which are combinations of several sounds allowing us to reach crazy speeds without getting tired.

The beatbox has been for me an incredible musical discovery and has led to deep evolutions in my way of making music. Mixing it with the didgeridoo was an obvious choice, as both “arts” are complementary, using the main mechanism, our human body, and its unlimited possibilities…

 

Sabato 10 dalle 10 alle 13 del mattino
Livelooping tenuto da Riccardo Moretti – Tribalneed

Come utilizzare il looper ed il delay ovviamente unito al didjeridoo (ma non solo), quali macchine usare, quali consiglio, eventualmente quali strumenti meglio si abbinano al didjeridoo

 1) differenze fra i looper e in dettaglio quelli che uso io e come li uso: TC  electronic e Boss 505.

 2) come partire. SemplicitĂ  di esecuzione edi utilizzo (quindi partire con il TC o qualcosa di molto semplice in modo da avere chiaro che non e’ il looper che fa la musica ma e’ il musicista !!!!

 3) combinazione con vari effetti

Sabato 10 Luglio dalle 10 alle 13 del mattino

Didgeridoo tenuto da Jacopo Mattii

WORKSHOP JACOPO MATTII (domenica 11 h 10/13)

 

Il workshop è incentrato sulla composizione di musica per didgeridoo solista, attraverso l’analisi della teoria musicale fino alle

regole di composizione e costruzione di brani musicali

analisi delle differenze tra le principali respirazioni circolari (Classica, Wobble, Jaw, Bounce)

la melodia nel didgeridoo: presenza, variazione e sostituzione del toot, utilizzo della voce,

lo sviluppo di patners ritmici attraverso gli aspetti della composizione e costruzione di un brano.

Domenica 11 Luglio dalle 10 alle 13 del mattino

Costruzione Didgeridoo tenuto da Andrea Ferroni

Workshop costruzione e progettazione didgeridoo by Andrea Ferroni

 

Sabato 10 luglio ore 14/17 (3h)

 

Sei un principiante ed ha bisogno di uno strumento ultra economico ma che ti permetta di suonare senza pensieri?

Sei un suonatore che possiede giĂ  uno o piĂą strumenti ma ha bisogno di uno strumento per migliorare con tecniche e stili specifici?
Oppure sei un costruttore che ha bisogno di maggiori informazioni per migliorare la costruzione dei propri strumenti?
Sei benvenuto.
A differenza di altri workshop ben piĂą complessi, questo workshop che tengo, piĂą elaborati e specifici per i costruttori piĂą esperti e che desiderano sviluppare strumenti con tecnologie piĂą complesse, vi darĂ  la possibilitĂ  di andare dritto al punto e permettervi di realizzare strumenti dalle caratteristiche desiderate limitando la complessitĂ  dello studio preliminare.

Un workshop di tre ore in cui elimineremo uno ad uno tutti i dubbi più frequenti e comprenderemo le caratteristiche fondamentali su cui agire per migliorare o replicare un suono desiderato, ottenere una quantità di pressione di ritorno adeguata a ciò che desideriamo suonare e imparare ad intonare almeno la nota base ed il primo toot.

 

Al termine del workshop ogni partecipante sarĂ  in grado di progettare e costruire i propri prototipi in brevissimo tempo e meno di una decina di euro a strumento.

Solo per curiositĂ , trovate qui sotto i passaggi delle fasi di realizzazione di un didgeridoo curvo “Reverse”. In questo laboratorio però, lavoreremo su cose piĂą semplici per cui, a casa, servirĂ  esclusivamente un seghetto, una lima e della carta vetrata.

CNC lavorazione e giunzione di due parti lavorate fronte/retro – DIDGERIDOO in Re

 

Andrea Ferroni Biografia

Mi chiamo Andrea Ferroni e, nel 2003 ho fondato il marchio Windproject Didgeridoo che detiene le più alte conoscenze sulla progettazione del didgeridoo in Italia ed è noto in tutto il mondo.

Sono nato nel dicembre del 1977 a Torino. Mi sono appassionato alla musica prestissimo, ma solo nel 2002 conosco il didgeridoo, giusto in tempo per prendere al volo l’ultimo treno che mi condusse attraverso il periodo di maggiore esplosione di questo strumento, con tutte le conseguenze immaginabili.

Negli anni ho studiato chitarra ritmica e jazz solista, sassofono, armonia jazz, canto armonico, ho conseguito il triennio in Musicoterapia nel 2010

Per la difficoltà di reperire strumenti di buona fattura all’inizio degli anni 2000 iniziai a costruire didgeridoo per conto mio.

Proprio durante questa attività inizio lo studio dell’acustica in differenti ambiti. Da un lato avevo l’ovvia necessità di comprendere, delle poche variabili di uno strumento così semplice, dove poter agire per avere un suono gradevole, adeguato ad uno stile specifico e soprattutto uno strumento facile da suonare.

Mi spinsi con un pizzico di ottimismo a contattare e poi a collaborare brevemente con il reparto di ricerca dell’Università di Modena e Reggio Emilia per il sito “Fisica Onde Musica”. Proprio grazie a ciò vennero ampliate delle parti del sito stesso nelle sezioni delle canne risonanti.

Dal 2005 tengo workshop sulla costruzione del didgeridoo, in legno ed in vetroresina la cui parte teorica parte dal livello base ed arriva alla piĂą elevata complessitĂ  sfruttando le massime competenze attualmente disponibili a livello accademico.

Dal 2010 lavoro in uno studio di ingegneria in cui, quotidianamente, mi occupo di simulazioni di vibrazioni (analisi modali), analisi dinamiche per comprendere l’effetto delle risonanze su un oggetto sottoposto a specifici livelli di eccitazione (analisi forzate), quindi comprendere, prima di realizzarlo, se si romperà in esercizio, se e come può trasmettere le vibrazioni per via solida (structure-borne) o per via aerea (air-borne). Dal 2018 lavoro in modo specifica su analisi acustiche in ambito NVH, per la riduzione o miglioramento della qualità del rumore per motori a combustione ed elettrici. Ne valuto gli effetti sulla percezione umana sulla base della psicoacustica.

Per chi desiderasse dare un’occhiata ai software che comunemente utilizzo: optistruct, nastran, LMS, di cui si può trovare video vari su youtube.

Pubblico un libro intitolato “The Didgeridoo discovery” (2006), un testo di acustica sarà pubblicato a breve o sarà già pubblicato quando leggerete queste righe, sette CD intitolati: “Windproject” (2003), “Noises & Voices” (2004), “Tribal Revolution” (2005) e “Breaking Through” (2006), “Windproject 2008 “(2008), Ritratto (2008), Testimonianze (2011) e due compilation come progetto di associazione.

Mi ritengo una persona eclettica. Quindi non solo un suonatore di didgeridoo. Produco birra e formaggi (solo per me e gli amici), sono un fotografo qualificato, viaggio spesso, molto spesso fortunatamente, sono interessato alle arti in generale, alla comunicazione interpersonale e alle relazioni.

Mi piace insegnare molte cose che imparo, con la consapevolezza dei miei limiti e della necessaria correttezza verso i miei interlocutori.

Ulteriori informazioni: http://www.andreaferroni.it/

Mail: info@andreaferroni.it

Tel/Whatsapp: 0039 3385812914

 

Andrea Ferroni
AndreaFerroni.it – Personal website
Windproject.it – Didgeridoo Research and Development
Arti e Tradizioni – Cultural Association
Didgeridoo.it – Information portal
Spotify – Didgeridoo music on Spotify
mobile: +39 3385812914
FB: andrea.ferroni

 

Sabato 10 luglio ore 14/17 (3h)

Football Australiano a Forlimpopoli

QUANDO:
SABATO 10 LUGLIO ore 11:00 e ore 12:00

DOVE:
FOSSATO DELLA ROCCA DI FORLIMPOPOLI (lato via del castello)

Durante il festival organizzeremo 2 workshops

“IMPARARE L’INGLESE CON LO SPORT!

Tutti potranno provare una vera esperienza di Football Australiano!!

Un progetto dove i bambini possono migliorare il loro INGLESE e le CAPACITÀ MOTORIE e allo stesso tempo, imparare qualcosa sulla CULTURA AUSTRALIANA Il Football Australiano è un simbolo dell’Australia proprio come il canguro e il didgeridoo, è DIVERTENTE e SEMPLICE. Bambini di tutte le età e abilità possono partecipare a questo sport avendo la possibilità di sperimentare il vero SPIRITO DI SQUADRA!

Durante il Festival, una parte del nostro team sarà disponibile nello stand per discutere sui nostri progetti e rispondere a qualsiasi domanda che potresti avere sull’Australia, sul viaggio, lavoro, visita, trasferimento, ecc.

VI ASPETTIAMO!!! partecipazione GRATUITA!

Cell: (39) 370 308 9501 | Uff: (39) 06 9835 3276 | Viale Vittorio Emanuele III n.25, 01038 Soriano nel Cimino (VT)www.australiaculturalcentre.it | www.englishinitalia.com

 

 

 

Sabato 10 luglio ore 11 e 12

Seguici su Facebook

Donazioni

Sostieni il Festival in un Click

Share This